Desensibilizzazione

Quando lo smalto della zona cervicale si assottiglia, il dente diventa molto sensibile e bere bevande fredde, o anche solo risciacquare i denti, può provocare fastidio e dolore. In questi casi si parla di colletto sensibile o di dente scollettato, problematica abbastanza diffusa tra coloro che spazzolano i denti in maniera scorretta.

Lo spazzolamento orizzontale produce, infatti, delle lesioni da abrasione a “taglio da sega” a livello dei colletti, dove lo smalto ha il suo spessore minimo. La rimozione dello smalto ha come conseguenza l’esposizione dei tubuli della dentina, che sono innervati e che provocano dolori molto intensi se stimolati meccanicamente da spazzolini, cibi freddi, alimenti acidi o molto dolci.

Come sempre, la prevenzione può aiutare ad arginare il problema: è importante, quindi, spazzolare i denti con una tecnica adeguata (tecnica di Bass modificata), basata su movimenti verticali dello spazzolino, dalla gengiva verso il dente, che aiuta ad eliminare residui alimentari e placca.

A tal proposito, è importante evitare dentifrici altamente abrasivi (i “super sbiancanti”), che incrementano la “milolisi”, cioè il consumo e la distruzione dei prismi dello smalto, e quindi l’esposizione della dentina sensibile.

Nel caso di danni di piccole dimensione, il dentista può procedere applicando dei desensibilizzanti locali a base di resine acriliche ed elementi minerali che risolvono brillantemente il problema.

Quando il danno invece è molto vasto e la gengiva vistosamente ritirata, si può intervenire con un restauro conservativo del colletto del dente o con una ricostruzione della gengiva per mezzo di un innesto connettivale.

 
 

© 2014 Tutti i diritti riservati - Studio Dentistico Dr. Alberto Clivio - P.IVA 10782150154 - info@studiodentisticoclivio.it - credits