Prevenzione del cancro orale

Al fine di individuare eventuali lesioni precancerose del cavo orale, soprattutto in pazienti fumatori di sigaretta e pipa, consumatori di cibi piccanti e superalcoolici, portatori di protesi mobili o soggetti a frequenti irritazioni, o comunque in tutte le persone oltre i 45 anni, lo Studio Clivio ha adottato un protocollo specifico di diagnosi mediante fluorescenza.
La procedura prevede :

1)  raccolta dell'anamnesi dentale e medica del paziente;

2) esame manuale e visivo dell'interno e dell'esterno della cavità orale;

3) esame interno della bocca con sistema VELscope Vx (una sorgente di luce fluorescente viene tenuta a 8-10 centimetri di distanza dai tessuti esaminati in ambiente oscurato, mentre gli occhi del paziente sono riparati da occhiali protettivi);

4)  localizzazione delle aree sospette;

5) nel caso di individuazione di aree sospette, secondo controllo tramite luce bianca e fluorescenza e realizzazione e archiviazione della documentazione fotografica;

6) rimozione della presunta causa dell'alterazione tissutale e pianificazione di un nuovo controllo a due settimane;

7)  verifica dello stato dell'area sospetta;

8) in caso di persistenza, ulteriori investigazioni sulla base del giudizio clinico del Dottore;

9)  nel caso di fondati dubbi diagnostici, programmazione di un esame di follow up in ambiente clinico.

Lo studio si avvale della consulenza e della collaborazione del Reparto di Patologia Orale dell'Istituto Stomatologico Italiano, diretto dal Professor Rolando Crippa, per quanto riguarda le fasi di approfondimento istologico delle lesioni sospette.  Lo standard di riferimento per la diagnosi di lesioni sospette dei tessuti molli è la biopsia chirurgica.

 

 

© 2014 Tutti i diritti riservati - Studio Dentistico Dr. Alberto Clivio - P.IVA 10782150154 - info@studiodentisticoclivio.it - credits